CONVERGENZA

Convergenza computerizzata per il rilevamento e il calcolo degli angoli di assetto dei veicoli convergenza anteriore, posteriore, campanature, pendenze, angolo di spinta.

DEFINIZIONE: la convergenza è l'inclinazione delle ruote rispetto al loro parallelismo (guardandole dall'alto). 
FUNZIONAMENTO: posteriormente serve soprattutto a rendere la macchina meno nervosa in accelerazione; infatti quando usciamo da una curva il peso è spostato sulle ruote esterne, quindi se quella posteriore converge tende a riportare la macchinina diritta evitando di farla sbandare eccessivamente e rendendo la guida più rilassata. 
UTILIZZO: la convergenza anteriore di solito viene lasciata a 0 gradi (ruote parallele), ma può essere necessario aumentarla, ovvero far si che le ruote siano convergenti. Posteriormente si utilizza una convergenza intorno a 1-2 gradi al massimo, aumentarla significherebbe aumentare eccessivamente la tenuta dell'asse posteriore, il che produrrebbe una macchina eccessivamente sottosterzante.

 

EQUILIBRATURA ELETTRONICA

 

Equilibratura e riposizionamento
della ruota sull'automobile

Quelli che possono sembrare pochi, semplici gesti, sono in realtà frutto di esperienza e competenza acquisite nel corso degli anni. Una perfetta equilibratura richiede sempre attenzione ed impegno.


Operazioni

-Utilizziamo attrezzature omologate CEE 
-Correggiamo gli squilibri impiegando i pesi adatti al tipo di cerchio 
-Verifichiamo il risultato dell’equilibratura ed eventualmente la perfezioniamo (quando è necessario eseguiamo l’equilibratura di “finitura” a ruote montate) 
-Posizioniamo la ruota e serriamo i dadi con chiave dinamometrica 


Benefici

-Miglior comfort di guida: assenza di vibrazioni 
-Maggiore durata dei pneumatici e degli organi meccanici 

 

GONFIAGGIO AD AZOTO




Gonfiare i pneumatici con AZOTO presenta numerosi vantaggi:

Sicurezza: la pressione rimane costante molto più a lungo. Quindi, maggior sicurezza di guida e miglioramento delle prestazioni generali della vettura (frenata - tenuta di strada).

Maggior durata del pneumatico: l'ossigeno ed il vapore acqueo presenti nei pneumatici gonfiati ad ARIA creano perdite di pressione e causano danni di ossidazione. L'AZOTO evita lo sviluppo della ruggine perché privo di umidità. 

Riduzione della temperatura di funzionamento: la temperatura di funzionamento viene ridotta dall'azoto di 3-5 gradi. 

Diminuzione della manutenzione: la perdita di pressione dell'azoto nel pneumatico è circa 3 volte più lenta rispetto all'aria. In un pneumatico gonfiato con azoto la pressione deve essere controllata ogni 35-40 giorni, i pneumatici gonfiati ad aria richiedono un controllo ogni 15-20 giorni.